Eravamo Bambini – 4 e 5 Giugno

Durata: 100 min

Regista: Marco Martani

Genere: Drammatico

Attori:Alessio Lapice, Lorenzo Richelmy, Lucrezia Guidone, Massimo Popolizio, Giancarlo Commare, Francesco Russo, Romano Reggiani, Vincenzo Ferrera, Paola Lavini, Lucio Patane’, Claudia Coli

Trama:Eravamo Bambini, film diretto da Marco Maertani, racconta come un postino, noto nel paese con il soprannome “Cacasotto” (Francesco Russo), venga arrestato e interrogato in una stazione dei Carabinieri, dopo aver minacciato con un coltello un agente di pattuglia. Mentre il maresciallo gli pone le domande, lo spaventato postino resta in silenzio, non dando informazione sul perché un giovane come lui, noto in tutto il paesino per essere un tipo tranquillo e buono, abbia fatto un gesto tanto avventato. Sin da subito il maresciallo si rende conto che il giovane soffre di un leggero ritardo. A un certo punto dell’interrogatorio, però, Cacasotto decide id parlare, fornendo informazioni riguardo quanto accaduto vent’anni prima con i suoi migliori amici: Gianluca, Walter, Peppino, Margherita e il piccolo fratellino di lei, Andrea (Alessio Lapice, Lorenzo Richelmy, Giancarlo Commare, Lucrezia Guidone e Romano Reggiani). Questo gruppo di amici, che ormai ha raggiunto i trent’anni, vive sparpagliato in diverse parti d’Italia e ognuno di loro soffre di difficoltà emotive e disturbi borderline. Un giorno hanno deciso di abbandonare le loro case e le loro vite per seguire Gianluca, che ha scelto di tornare nel paesino natio, dove vive ancora Cacasotto. Gianluca è tornato per un motivo preciso: vendicarsi di qualcosa e di qualcuno. L’obiettivo principale del gruppo è impedire che il loro amico commetta qualche sciocchezza. Il paesino che hanno abbandonato vent’anni prima, quando erano soltanto dei bambini si rivela essere, però, una calamita troppo forte per la banda di amici. Una vota tornati, in preda ai ricordi nostalgici, si accorgeranno che c’è un motivo più nascosto che li ha riuniti tutti lì, ovvero ritrovarsi faccia a faccia con l’orrore vissuto e fare finalmente i conti con quel trauma passato, che li ha tormentati e non ha mai permesso loro di andare avanti e vivere una vita normale e serena.